Prof. Aristide POLICE

FOTOPOLICE3

Curriculum

(Cliccare qui per aprire la versione pdf)

1. Dati anagrafici.

Nato a Napoli il 10 maggio 1968

e-mail arpolic@tin.it.

 

2. Percorso formativo.

Iscritto al Liceo-Ginnasio dell’Istituto Salesiano di Caserta, ha conseguito la Maturità Classica nell’anno scolastico 1985/86, con voti 60/60.

Nell’anno accademico 1986/87, superate le prove di ammissione, si è iscritto alla Facoltà di Giurisprudenza della Libera Università Internazionale degli Studi SocialiL.U.I.S.S. «Guido Carli» di Roma.

In tre anni ed una sessione -nel luglio 1990- ha discusso la tesi di laurea in Diritto Amministrativo sul tema: «Attività amministrativa e tutela degli interessi nel diritto urbanistico italiano ed inglese», (relatore Prof. Franco Gaetano Scoca).

Ha conseguito la laurea con voti 110/110, lode e dignità di stampa con la seguente menzione: «la Commissione unanime ritiene che la tesi contenga materiali utili per la pubblicazione ed incoraggia il candidato a curarne una messa a punto».

Nell’anno accademico 1988/89 è stato Alumnus della London School of Economics & Political Science (Regno Unito), dove ha approfondito lo studio del Diritto Pubblico internazionale e comunitario (con borsa di studio nell’ambito del Progetto Erasmus della C.E.).

Parla correntemente la lingua inglese ed ha attitudine alla lettura di testi giuridici in francese, spagnolo e tedesco.

Ha assolto gli obblighi di leva nell’Aeronautica Militare: fino al gennaio 1991, presso l’Ufficio del Capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica Militare (Gen. S.A. Stelio Nardini) e, fino al novembre 1991, presso la Segreteria del Sottosegretario di Stato alla Difesa (On. Dott. Clemente Mastella).

 

3. Percorso professionale.

Dall’ottobre 1990 esercita la professione forense. Nel luglio 1993 ha superato l’esame di abilitazione per la iscrizione all’Albo dei Procuratori legali (anno 1992). Divenuto Avvocato superando l’esame di abilitazione nazionale per la iscrizione all’Albo degli Avvocati (anno 1996), attualmente è iscritto all’Albo degli Avvocati del Foro di Roma.

Dal 14 dicembre 2001, è iscritto all’Albo speciale per l’esercizio della professione davanti alla Cassazione ed alle altre giurisdizioni superiori.

E’ stato ed è iscritto all’Albo degli Arbitri tenuto dalla Camera Arbitrale dei Lavori Pubblici.

E’ fra i soci fondatori della Camera Amministrativista Romana, un’associazione costituita nel giugno 2013 fra gli avvocati che operano nel settore del diritto amministrativo nel Foro di Roma.

L’attività professionale è condotta quasi esclusivamente nel campo del Diritto Amministrativo ed è svolta sia nel settore della consulenza, sia nel settore contenzioso davanti al Consiglio di Stato ed ai Tribunali amministrativi regionali.

4. Percorso universitario

4.1. Percorso accademico e di ricerca.

Cultore di Diritto Amministrativo italiano e comunitario, negli anni accademici 1990/91 – 1995/96 ha collaborato con il Prof. Franco Gaetano Scoca, all’epoca ordinario di Diritto Amministrativo nella Facoltà di Giurisprudenza della Libera Università Internazionale degli Studi SocialiL.U.I.S.S. «Guido Carli» di Roma. Nello stesso periodo ha collaborato presso le cattedre di Diritto delle Comunità Europee della medesima Facoltà (titolari Proff.ri Fulvio Tortora de Falco, Andrea Guarino e Gianluigi Tosato).

Negli anni accademici 1991/92 – 1995/96 ha conseguito un contributo di ricerca e di studio presso la Facoltà di Giurisprudenza della Libera Università Internazionale degli Studi SocialiL.U.I.S.S. «Guido Carli» di Roma.

Nel novembre del 1991 ha sostenuto le prove di ammissione al VII ciclo del Corso di dottorato di ricerca in Diritto Pubblico presso l’Università degli Studi di Perugia (coordinatori Proff.ri Giampaolo Rossi e Francesco Merloni). Superato il concorso, si è iscritto al primo anno del Corso di dottorato per l’anno accademico 1991/92.

Nel luglio 1993 ha iniziato le ricerche per la tesi di dottorato sul tema della Predeterminazione della decisione amministrativa (tutor Prof. Franco Gaetano Scoca). Con questo studio ha approfondito l’indagine sui temi della trasparenza, gradualità e prevedibilità dei processi decisionali dell’Amministrazione pubblica.

Nell’ambito delle ricerche per la tesi di dottorato, da luglio ad ottobre 1994 è stato in Germania dove ha approfondito i temi generali del Diritto Amministrativo tedesco presso lo Juristische Seminar della Ruprecht-Karls Universität Heidelberg, sotto la guida del Prof. Dr. Eberard Schmidt Haßmann. Ha svolto poi attività di ricerca presso il Max Planck Institut für ausländisches öffentliches Recht und Völkerrecht di Heidelberg, con particolare attenzione al tema delle Selbstbindungen der Verwaltung.

Nella primavera del 1995 ha frequentato la Scuola di Specializzazione in Diritto Amministrativo e Scienza dell’Amministrazione dell’Università degli Studi Alma Mater di Bologna, dove ha seguito il Corso «Riforme amministrative e responsabili­tà dei pubblici dipendenti» (coordinatore Prof. Marco Cammelli).

Nei mesi di agosto e settembre 1995 è ritornato al Max Planck Institut für ausländisches öffentliches Recht und Völkerrecht di Heidelberg (R.F.T.), dove ha continuato gli studi sul tema della predeterminazione della decisione ammini­strativa.

Nel novembre 1995 ha conseguito il titolo di Dottore di ricerca in Diritto Pubblico, con la discussione della tesi dottorale davanti alla Commissione unica nazionale (composta dai Proff.ri Antonio Ruggeri, Mario Bertolissi, e Alberto Mura), riunitasi presso l’Istituto di Diritto Pubblico «Guido Zanobini» dell’Università degli Studi di Pisa.

Nella primavera del 1996 è stato di nuovo presso la Scuola di Specializzazione in Diritto Amministrativo e Scienza dell’Amministrazione dell’Alma Mater Studiorum Università di Bologna, dove ha seguito il Corso «Attività amministrativa, Informazione e Riforma della Pubblica Amministrazione» (coordinatore Prof. Marco Cammelli).

Nel luglio 1996 è risultato vincitore di concorso pubblico per titoli per l’attribuzione di una borsa biennale per attività di ricerca post-dottorato in Diritto Amministrativo presso l’Istituto di Studi Giuridici dell’Università degli Studi di Ancona (diretto dal Prof. Stefano Cognetti). Oggetto della ricerca è stato l’approfondimento dei temi della tesi di dottorato. Tale ricerca è culminata con la pubblicazione, nel dicembre 1997, di uno studio monografico dal titolo La predeterminazione delle decisioni amministrative. Gradualità e trasparenza nell’esercizio del potere discrezionale.

Dall’anno accademico 1997/98, in qualità di Cultore della materia, ha collaborato con il Prof. Franco Gaetano Scoca, presso la cattedra di Diritto Amministrativo nella Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Roma «La Sapienza».

Ha collaborato anche con i Proff.ri Giampaolo Rossi e Guido Corso, presso le cattedre di Diritto Amministrativo nella Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Roma Tre e con la Prof.ssa Maria Luisa Bassi presso la cattedra di Contabilità dello Stato e degli Enti Pubblici nella Facoltà di Scienze Politiche dell’Università degli Studi di Teramo.

Nell’aprile 1998 ha iniziato le ricerche per un nuovo studio monografico sul tema: Il ricorso di piena giurisdizione davanti al giudice amministrativo. La ricerca ha seguito l’itinerario evolutivo della c.d. giurisdizione esclusiva, con l’intento di elaborare un contributo alla teoria dell’azione nel processo amministrativo, anche alla luce delle previsioni del D.L.vo n.80 del 1998.

Tra maggio ed agosto 1998 è stato ospite della Biblioteca della Yale Law School, New Haven (Conn., U.S.A.) e, successivamente, del Max Planck Institut für ausländisches öffentliches Recht und Völkerrecht di Heidelberg (R.F.T.). Ha così avuto occasione di approfondire i profili di diritto comparato della ricerca sull’azione di piena giurisdizione nella giustizia amministrativa.

Nel settembre 1998 è risultato vincitore di un concorso pubblico per titoli ed esami ad un posto di Ricercatore universitario di Diritto Amministrativo nella Facoltà di Scienze Politiche dell’Università degli Studi di Macerata. Gli atti della Commissione esaminatrice (composta dai Proff.ri Alfredo Corpaci, Girolamo Sciullo e Gianfranco D’Alessio) sono stati approvati con D.R. n. 300 del 26 gennaio 2001.

Nel giugno 1999, è risultato vincitore di altro concorso ad un posto di Ricercatore universitario di Diritto Amministrativo nella Facoltà di Scienze Politiche dell’Università degli Studi di Teramo.Gli atti della Commissione esaminatrice (composta dai Proff.ri Maria Luisa Bassi, Mario Caldarera e Fabio Francario) sono stati approvati con D.R. n. 237/P del 18 giugno 1999.In questo Ateneo ha preso servizio nel luglio dello stesso anno.

Nell’aprile 2000 ha conseguito la idoneità a Professore associato di Diritto Amministrativo nella procedura di valutazione comparativa per la copertura di un posto presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Perugia, indetta con D.R. n. 3448 del 30 agosto 1999, i cui atti sono stati approvati con D.R. n.3598 del 20 aprile 2000.

A voti unanimi, il giudizio collegiale della Commissione (composta dai Proff.ri Giuseppe Palma, Lorenzo Migliorini, Stefano Cognetti, Giampaolo Cogo e Nicola Gioffrè) è stato il seguente: «Nella produzione scientifica del candidato si denota continuità temporale e congruenza delle opere pubblicate con le discipline ricompresse nel raggruppamento di cui a concorso e la rilevanza scientifica della collocazione editoriale della quasi totalità delle medesime (…) fra cui meritano particolare attenzione le tre seguenti monografie. La prima La predeterminazione delle decisioni amministrative costituisce un fondamentale contributo sul procedimento amministrativo con particolare riferimento all’evoluzione del rapporto amministrazione amministrato (…) La seconda monografia, La disciplina e la natura della responsabilità amministrativa costituisce un pregevole lavoro (…). La terza monografia Il ricorso di piena giurisdizione davanti al giudice amministrativo, costituisce la prima stesura di un lavoro in stato ormai avanzato di elaborazione, su uno dei temi di maggiore attualità della giustizia amministrativa, approntato alla luce delle esigenze nascenti di garanzia a favore del cittadino. I suddetti lavori e, più in generale, l’intera produzione scientifica del candidato, mostrano la sua solidità e serietà di studioso, ponendo in evidenza le ottime doti di sistematicità, di approfondimento e di originalità».

Nel maggio 2000, a voti unanimi, è stato chiamato a coprire l’insegnamento di Diritto Amministrativo nella Facoltà di Scienze Politiche dell’Università degli Studi di Teramo ed è stato nominato in ruolo con D.R. n. 855/P dell’11 settembre 2000.

Nel giugno 2000, in occasione di un Convegno presso l’Università degli Studi Mediterranea di Reggio Calabria, con un gruppo di colleghi ed amici, ha promosso un Seminario permanente sull’evoluzione del Diritto Amministrativo che si riunisce con due incontri annuali, su temi volta per volta individuati.

Nei mesi di agosto e settembre 2000 è stato nuovamente ospite del Max Planck Institut für ausländisches öffentliches Recht und Völkerrecht di Heidelberg (R.F.T.), dove ha concluso la stesura dello studio monografico dal titolo Il ricorso di piena giurisdizione davanti al giudice amministrativo.

Quest’ultimo lavoro monografico, su proposta del Prof. Franco Gaetano Scoca (e con il «giudizio ampiamente positivo» di una Commissione di lettura composta dai Proff.ri Sabino Cassese, Alberto Romano e Filippo Satta) è stato inserito nella Collana dell’Istituto di Diritto Pubblico della Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Roma «La Sapienza».

Tale lavoro ha ricevuto recensioni molto positive su tutte le maggiori riviste (Diritto Pubblico a cura di Alfredo Corpaci; Rivista di Diritto Pubblico Comparato a cura di Giuseppe Morbidelli, Rivista trimestrale di Diritto Pubblico a cura di Daria De Pretis).

Dal novembre 2000, ha preso parte attiva nel Programma interuniversitario di rilevante interesse nazionale (PRIN 2000) su “Principio di legalità e amministrazione di risultati”, coofinanziato dal Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca e dagli Atenei di Roma “La Sapienza”, Perugia, Palermo, Teramo, Ancona e Napoli II. Programma di ricerca articolato su base biennale sotto il coordinamento di Franco Gaetano Scoca.

Nel luglio 2001 ha conseguito la idoneità a Professore ordinario di Diritto Amministrativo nella procedura di valutazione comparativa per la copertura di un posto presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi di Torino, indetta con D.R. n. 1011 del 6 ottobre 2000, i cui atti sono stati approvati con D.R. n. 634 del 3 agosto 2001.

A voti unanimi, il giudizio collegiale della Commissione (composta dai Proff.ri Franco Gaetano Scoca, Luigi Benvenuti, Vincenzo Caputi Jambrenghi, Claudio Mignone, Antonio Romano Tassone) è stato il seguente: «L’ampia e corposa produzione minore del candidato compare per la maggior parte su riviste di rilievo nazionale, e dimostra le non comuni doti del candidato, che si segnala per laboriosità, rigore metodologico, approccio originale e innovativo ai problemi affrontati. Il candidato presenta poi tre lavori monografici (mentre non si tiene volutamente conto, nella stesura del presente giudizio, della seconda parte dello studio sul ricorso di piena giurisdizione, presentata al concorso in edizione provvisoria: si tratta del degno coronamento di uno sforzo ricostruttivo poderoso, che non appare tuttavia necessario a conferire al candidato un ruolo di spicco nel presente concorso). Tutti tali studi si segnalano per interesse, per profondità e ampiezza dell’analisi e della ricostruzione storica, per solidità dell’architettura, per rigore metodologico, per innovatività. Da essi (ed in particolare dall’ultimo, che potrebbe di per sé solo giustificare un giudizio pienamente positivo sulle doti scientifiche del candidato) traspaiono doti di studioso serio e preparato, pienamente maturo».

Nel settembre 2001, a voti unanimi, è stato chiamato a coprire l’insegnamento di Diritto Amministrativo nella Facoltà di Scienze Politiche dell’Università degli Studi di Teramo ed è stato nominato in ruolo con D.R. n. 850/P del 14 settembre 2001.

Nel novembre 2001 ha concluso uno studio sul sistema della giustizia amministrativa nella Repubblica Argentina a seguito delle recenti codificazioni e, a tal fine, è stato ospite dei Proff.ri Agustìn A. Gordillo e Carlos A. Botassi presso l’Universidad Nacional de Buenos Aires e l’Universidad Nacional de La Plata. Nello stesso periodo è stato invitato presso la Suprema Corte de Justicia – Provincia de Buenos Aires ed il Tribunal Superior de Justicia – Ciudad Autónoma de Buenos Aires. Gli esiti della ricerca sono stati pubblicati in un Quaderno monografico della rivista Diritto processuale amministrativo.

Dal novembre 2002 ha preso parte attiva, quale Responsabile dell’Unità di ricerca dell’Ateneo teramano, al Programma interuniversitario di rilevante interesse nazionale (PRIN 2002) su “Le procedure di bilancio negli Stati dell’Unione Europea. aspetti problematici e soluzioni per le questioni ancora aperte”, coofinanziato dal Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca e da vari Atenei coinvolti. Programma di ricerca articolato su base biennale sotto il coordinamento di Giovanna Colombini.

Nel marzo 2003, ha concluso la propria ricerca avviata, nell’ambito del Programma interuniversitario di rilevante interesse nazionale, su “Principio di legalità e amministrazione di risultati”, con uno studio su Amministrazione di “risultati” e processo amministrativo. Nell’ambito di tale Programma ha curato inoltre, assieme a Maria Immordino, l’organizzazione del Convegno nazionale per la presentazione dei risultati della ricerca e la pubblicazione del volume degli atti.

Ha continuato gli studi in tema di giustizia amministrativa redigendo alcuni Capitoli sia nel volume Giustizia amministrativa (a cura di Franco Gaetano Scoca), giunto oggi alla terza edizione, sia nel volume Processo amministrativo e diritto comunitario (a cura di Eugenio Picozza); nonché il Commento agli artt. 24 e 103 Cost. per il Commentario della Costituzione della Repubblica Italiana (a cura di Alfonso Celotto, Raffaele Bifulco e Marco Olivetti). E’ Coordinatore, insieme a Fabio Cintioli, di un Codice del Processo Amministrativo, diretto da Giuseppe Morbidelli per i tipi della Giuffré, giunto oggi alla seconda edizione. E’ inoltre componente del Gruppo di lavoro sul processo amministrativo istituito, sotto la guida di Vincenzo Cerulli Irelli, presso Astrid – Associazione per gli studi e le ricerche sulla riforma delle istituzioni democratiche e sulla innovazione nelle amministrazioni pubbliche.

Nell’estate del 2003, ha iniziato uno studio sulla “regolazione” pubblica della concorrenza per approfondire, da un lato, il tema degli organi pubblici posti a presidio dell’effettività dell’ordine giuridico del mercato e dei loro poteri autoritativi; dall’altro lato, il sistema di garanzie procedimentali e giurisdizionali poste dall’ordinamento a tutela della libertà di impresa, l’ordine naturale del mercato.

Terminato il triennio di straordinariato nel settembre 2004, è stato sottoposto al giudizio di conferma. A voti unanimi, la Commissione (composta dai Proff.ri Fabio Merusi, Erminio Ferrari e Giuseppe Caia) ha «valutato eccellente la produzione scientifica e l’esperienza didattica del prof. Aristide Police (…). Dall’esame delle pubblicazioni emerge la figura di uno studioso attento alle evoluzioni del sistema e capace di proporre, con autonomia di giudizio e vivacità di pensiero, convincenti sistemazioni e ricostruzioni originali dei temi trattati».

Ha conseguito quindi la nomina a professore ordinario con D.R. dell’Università degli Studi di Teramo n. 322 del 21 marzo 2005, con decorrenza dal 1° ottobre 2004.

Dal novembre 2004, ha preso parte attiva nel Programma interuniversitario di rilevante interesse nazionale (PRIN 2004) su “Patrimonio pubblico: prospettive nazionali e internazionali. Gestione, valorizzazione, limiti alla circolazione, dismissione”, quale Responsabile scientifico dell’Unità di ricerca dell’Ateneo Teramano (poi trasferita a Roma «Tor Vergata»). Il programma, articolato su base biennale, è stato coofinanziato dal Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca e dagli Atenei di Pisa «La Sapienza», Teramo, Roma «Tor Vergata», e Roma S. Pio V.

Nel settembre 2005, a voti unanimi, è stato chiamato a coprire l’insegnamento di Diritto Amministrativo nella Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Roma «Tor Vergata», nei cui ruoli è stato trasferito con D.R. n. 2309 del 14 ottobre 2005.

Nel novembre 2006, ha concluso le attività di ricerca del Programma interuniversitario di rilevante interesse nazionale (PRIN 2004-2006) su “Patrimonio pubblico: prospettive nazionali e internazionali. Gestione, valorizzazione, limiti alla circolazione, dismissione”, con la organizzazione di un convegno nazionale su “La regolazione e la gestione dei beni pubblici” e con la pubblicazione del volume degli atti congressuali e degli altri studi prodotti nell’ambito della ricerca.

Dal gennaio 2007 ha partecipato ad un nuovo Programma di ricerca scientifica di rilevante interesse nazionale (PRIN 2006) su “Le politiche europee di coesione economica e sociale ed il ruolo delle amministrazioni locali”. Il programma, articolato su base biennale,   è stato coofinanziato dal Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca e dagli Atenei di Pisa «La Sapienza», Teramo, S. Pio V di Roma, ed è coordinato da Giovanna Colombini.

Nello stesso periodo ha terminato lo studio sulla “regolazione” pubblica della concorrenza, che su invito dei direttori Franco Gaetano Scoca, Giuseppe Morbidelli e Fabio Roversi Monaco, è stato destinato alla pubblicazione fra i volumi monografici del Sistema del diritto amministrativo italiano.

Dal gennaio 2007, è Vicedirettore della rivista Diritto amministrativo e siede nel Comitato di redazione della rivista Diritto processuale amministrativo, entrambe pubblicate per i tipi dell’Editore Giuffré, Milano. E’ altresì componente del Comitato scientifico della Rivista Nuove Autonomie, pubblicata dalle Edizioni Quattrosoli.

Dall’aprile 2007 al settembre 2012, è stato Segretario generale dell’Associazione Italo Argentina degli studiosi del diritto amministrativo, della quale è fra i soci fondatori.

Nel maggio 2007, ha concluso i lavori di un progetto di ricerca sul “Servizio pubblico locale e le sue modalità di gestione”, finanziato dalla Scuola Superiore dell’Amministrazione Locale, sotto il coordinamento di Stelio Mangiameli.

Dal settembre 2008 al settembre 2011, a voti unanimi, è stato Componente il Comitato direttivo dell’A.I.P.D.A. Associazione Italiana dei Professori di Diritto Amministrativo per il triennio 2008-2011, sotto la presidenza di Fabio Merusi e, successivamente, di Guido Greco. Nel triennio si è fortemente impegnato sul tema della riforma del Codice del Processo Amministrativo, su cui l’Associazione ha reso parere all’apposita Commissione governativa nominata per la codificazione, nonché sui temi della valutazione dei prodotti della ricerca scientifica (anche come delegato del Direttivo A.I.P.D.A. al Tavolo tecnico costituito dalle Società scientifiche delle Scienze Giuridiche).

Dal febbraio 2009 è anche componente del Comitato scientifico della Rivista Nel diritto ed in quello del Centro di studi Acqua Energia e Diritto.

Nel luglio 2009 è fra i soci fondatori dell’Associazione Italian Journal of Public Law, di cui è componente del Comitato direttivo- Board of Editors.

Nell’ottobre 2009 ha concluso i lavori biennali del Programma di ricerca scientifica di rilevante interesse nazionale (PRIN) su “Le politiche europee di coesione economica e sociale ed il ruolo delle amministrazioni locali”, con la presentazione degli esiti della ricerca in un Convegno nazionale ospitato presso il centro Congressi Villa Mondragone dell’Università degli Studi di Roma «Tor Vergata».

Dal gennaio 2010 partecipa, con l’Unità di ricerca dell’Ateneo di Roma «Tor Vergata», ad un Programma di ricerca scientifica di rilevante interesse nazionale (PRIN 2008) su “Competizione fra Università e Governance del sistema universitario nazionale”. Il programma, è articolato su base biennale,   coofinanziato dal Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca e dagli Atenei di Roma «Tor Vergata», Pisa «La Sapienza», Bologna Alma Mater Studiorum, Teramo, S. Pio V di Roma, ed è coordinato da Giovanna Colombini.

Dal febbraio 2010 è componente del Comitato scientifico della Rivista Diritto e Processo Amministrativo, pubblicata dalla Edizioni Scientifiche Italiane e della Rivista del Diritto della Navigazione, pubblicata dalla Edizioni Aracne.

Dall’aprile 2010 è componente del Comitato di direzione di Ius Publicum è un network fondato dalle direzioni delle riviste Die Verwaltung, Diritto amministrativo, Public Law, Revista de administración pública, Revue française de droit administratif e International Journal of Constitutional Law per seguire le evoluzioni del diritto pubblico di ciascun paese, rilevando le influenze sulla costruzione di un diritto amministrativo e pubblico europeo e le relazioni con le altre culture giuridiche.

Dal giugno 2010 è nel Comitato scientifico del progetto Italia Camp.

Dal maggio 2011 è componente del Comitato direttivo di Munus Rivista giuridica dei servizi pubblici, mentre dal gennaio 2012 è Vicedirettore della rivista Diritto processuale amministrativo.

Dal novembre 2012 è Responsabile scientifico dell’Unità di ricerca dell’Ateneo di Roma «Tor Vergata», nell’ambito di un nuovo Programma di ricerca scientifica di rilevante interesse nazionale (PRIN 2010-2011) su “Eguaglianza nei diritti fondamentali nella crisi dello Stato e delle finanze pubbliche. Una proposta per un nuovo modello di coesione sociale con specifico riguardo alla liberalizzazione e regolazione dei trasporti”. Il programma, è articolato su base biennale,   coofinanziato dal Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca e dagli Atenei di Roma «Tor Vergata», Pisa «La Sapienza», Milano Statale, Bologna Alma Mater Studiorum, L’Aquila, Teramo, Mediterranea di Reggio Calabria, Salento, Sassari, Genova e Messina, ed è coordinato da Giovanna Colombini.

Dal maggio 2013 è componente del Comitato Scientifico della Italian Antitrust review. Rivista Italiana di Antitrust, edita dall’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato e dal marzo 2014 anche della Rivista Italiana di Diritto Pubblico Comunitario.

 

4.2. Percorso didattico ed altri incarichi istituzionali.

Attualmente è titolare del Corso di Diritto Amministrativo (seconda annualità) nel Corso di laurea in Giurisprudenza, attivato presso l’omonima Facoltà (ora Dipartimento) dell’Università degli Studi di Roma «Tor Vergata» (giusta D.R. n. 3551 del 31 ottobre 2008), nonché per supplenza del medesimo insegnamento nei due Corsi di laurea che lo stesso Ateneo ha attivato in convenzione presso la Scuola Ufficiali dei Carabinieri in Roma e la Scuola Sottuficiali dei Carabinieri in Velletri.

E’ stato eletto come rappresentante dei Professori ordinari nella Giunta del Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Roma «Tor Vergata» (giusta D.R. n. 1682 del 22 maggio 2013).

Con Decreto rettorale n. 3870 del 2 dicembre 2013 è stato nominato componente del Comitato consultivo per i rapporti istituzionali e i problemi giuridici dell’Università degli Studi di Roma «Tor Vergata».

Dall’a.a. 2005/06, è Responsabile del modulo degli insegnamenti   di Normative per il Procurement nell’ambito del Corso di Master di II livello in «Procurement Management» (già Master di I livello denominato«E(lectronic) Procurement»),organizzato dalle Facoltà di Economia, Giurisprudenza ed Ingegneria dell’Università degli Studi di Roma «Tor Vergata».

Dall’a.a. 2006/07, è Responsabile del modulo su «L’Organizzazione Amministrativa», nel Master di II livello in «Organizzazione e funzionamento della pubblica Amministrazione»,   organizzato dalla Facoltà di Giurisprudenza della Università degli Studi di Roma «La Sapienza».

Dall’a.a. 2010/11, è Responsabile del modulo «Regolazione delle comunicazioni elettroniche», nel Master di II livello in «Global Regulation of Markets»,   organizzato dalla Università degli Studi di Roma «La Sapienza» e dalla Pontificia Università Lateranense.

Dall’a.a. 2010/11, è Componente del Comitato Tecnico Scientifico del Master di II livello per la specializzazione degli Avvocati in «Diritto Amministrativo»,   organizzato dalla Università Telematica «Pegaso» ed è altresì Responsabile del modulo di insegnamento sul Procedimento amministrativo.

Dall’a.a. 2008/09, è fra i docenti del Corso di Master di II livello in «Diritto dell’Ambiente»,   organizzato dalla Facoltà di Giurisprudenza della Università degli Studi di Roma «La Sapienza», nonché del Corso di Perfezionamento in Diritto dell’Energia organizzato dalla Libera Università Internazionale degli Studi Sociali – L.U.I.S.S. «Giudo Carli» di Roma.

Per il XXVIII Ciclo, è componente del Collegio dei Docenti del Corso di dottorato di ricerca in «Diritto Pubblico» presso l’Università degli Studi di Roma «Tor Vergata» e di quello in «Tutela giurisdizionale delle situazioni giuridiche soggettive» presso l’Università degli Studi di Perugia.

Per tutti i Corsi istituzionali assolve all’attività didattica con lezioni, seminari, esercitazioni, esami di profitto, di laurea e di specializzazione, attività di assistenza e tutorato a studenti, laureandi, specializzandi e dottorandi di ricerca.

Dall’a.a. 2000/01 all’a.a. 2004/05 è stato titolare dell’insegnamento del Diritto Amministrativo nei Corsi di Laurea in Scienze Politiche e Scienze Sociologiche dell’Università degli Studi di Teramo e nell’a.a. 2004/05 ha tenuto per supplenza anche il Corsodi Diritto e Legislazione dei Beni Culturali.

Nella medesima Università degli Studi di Teramo, negli a.a. 2000/01 e 2001/02 è stato titolare per supplenza del Corso di Diritto Amministrativo Comunitario nella Scuola di Specializzazione in Diritto Europeo; negli a.a. dal 2000/01 al 2006/07 è stato titolare per supplenza del Corso di Giustizia Amministrativa nella Scuola di Specializzazione in Diritto Amministrativo e Scienza dell’Amministrazione e, sempre nella medesima Scuola, negli a.a. 2007/08 e 2008/09 è stato titolare per incarico del Corso di Diritto Amministrativo(modulo Attività Amministrativa).

Dall’a.a. 2002/03 all’a.a. 2004/05 è stato titolare, per supplenza, dei Corsi di Legislazione delle Opere pubbliche e dell’Edilizia (vecchio e nuovo ordinamento), presso la Facoltà di Ingegneria dell’Università degli Studi di Roma «La Sapienza».

Per l’insegnamento del Diritto Amministrativo, nell’a.a. 2004/05, è stato fra i docenti delle Scuole di specializzazione per le professioni legali nelle Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Teramo, dell’Università degli Studi di Roma «La Sapienza» e della Libera Università Internazionale degli Studi SocialiL.U.I.S.S. «Guido Carli» di Roma.

Nell’Università degli Studi di Teramo, nell’a.a. 2005/06, ha insegnato per supplenza Diritto Amministrativo nell’ambito del Corso di Master di I livello in Etica Pubblica (organizzato unitamente alla Scuola Superiore dell’Amministrazione dell’Interno di Roma), nonché Giustizia Amministrativa nell’ambito del Corso di Laurea Magistrale in Scienze Politiche.

Dall’a.a. 2005/06 all’a.a. 2007/08 è stato titolare del Corso biennale di Diritto Amministrativo nella Scuola di specializzazione per le professioni legali della Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Roma «Tor Vergata».

Nell’ a.a. 2006/07 è stato anche Professore aggiunto di Diritto Pubblico dell’Economia presso l’Accademia della Guardia di Finanza di Roma, nell’ambito del Corso di Laurea in convenzione con la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Roma «Tor Vergata», dove già aveva ricoperto lo stesso incarico nell’a.a. 2003/04.

Negli a.a. 2006/07 e 2008/09 ha svolto alcune lezioni nell’ambito del Corso di Istituto per Capitani organizzato dalla Scuola Ufficiali Carabinieri di Roma.

Nell’a.a. 2006/07 è altresì stato titolare per incarico del Corso di Diritto Processuale Amministrativo nell’ambito del Corso di Laurea Magistrale in Diritto delle Istituzioni nella Facoltà di Giurisprudenza della Libera Università Internazionale degli Studi Sociali – L.U.I.S.S. «Giudo Carli» di Roma.

E’ stato componente di numerosi Collegi dei Docenti di Corsi di dottorato di ricerca.In particolare,in «Diritto pubblico» (poi denominato «Istituzioni, Mercati e Tutele – Diritto amministrativo») presso l’Alma Mater Studiorum Università di Bologna ed in «Tutela giurisdizionale delle situazioni giuridiche soggettive» presso l’Università degli Studi di Perugia (per i Cicli XIX, XX, XXI, XXII, XXIII, XXIV e XXV), nonché in «Profili costituzionali, politico-economici e gestionali della Contabilità Pubblica» presso l’Università degli Studi di Teramo (per i Cicli XV e XVII), in «Project financing» presso la medesima Università degli Studi di Teramo(per il Ciclo XVI), in «Diritto Tributario e dell’Impresa» presso l’Università degli Studi di Roma «Tor Vergata» (per i Cicli XXI e XXII), in Diritto Pubblico presso la medesima Università degli Studi di Roma «Tor Vergata» (per il Ciclo XXII, XXIII, XXIV, XXV, XXVI e XXVII) ed in «Diritto ed economia dei beni pubblici e delle fonti di energia» presso l’Università degli Studi di Trieste (per il Ciclo XXIII).

Negli anni accademici 1999/2000, 2000/01, 2002/03, 2005/06, 2006/2007, 2008/09, 2009/10, 2010/11, inoltre, è stato componente di commissioni di esame (per l’ammissione ai Corsi e per il conseguimento dei titoli) di dottorato di ricerca, nonché in concorsi per il conferimento di assegni di ricerca e di posti di ricercatore a tempo determinato, nelle materie afferenti al raggruppamento scientifico disciplinare del Diritto Amministrativo, nelle Università degli Studi di Roma «La Sapienza», Torino, Cassino, Teramo, Foggia, Seconda di Napoli, Libera Università Internazionale degli Studi SocialiL.U.I.S.S. «Guido Carli» di Roma, Roma «Tor Vergata», Salento, Perugia, G .D’Annunzio di Chieti – Pescara.

Nella II^ sessione 2005 è stato eletto quale componente di Commissioni di concorso per la valutazione comparativa a posti di ruolo di Professore universitario: presso l’Università degli Studi di Macerata per posti di I^ fascia (nominato con D.R. n. 1368 del 4 novembre 2005,   in G.U., Serie spec., n. 91 del 2005), nella quale sono risultati idonei i proff.ri Francesco de Leonardis e Loredana Giani; e presso l’Università degli Studi di Ferrara per posti di II^ fascia (nominato con D.R. n. 1740 del 27 ottobre 2005, nella citata G.U., Serie spec.,n. 91 del 2005), nella quale sono risultati idonei i proff.ri Enrico Carloni e Marco Magri.

Nella I^ sessione 2006 è stato Presidente della Commissione di concorso per un posto di ruolo di Ricercatore universitario presso la Seconda Università degli Studi di Napoli (nominato con D.R. n. 2160 del 17 luglio 2006,   in G.U., Serie spec., n. 56 del 2006), dalla quale è risultata vincitrice la dott.ssa Laura Lamberti.

Nella I^ sessione 2007 è stato Presidente della Commissione di concorso per un posto di ruolo di Ricercatore universitario presso l’Università degli Studi di Roma «Tor Vergata» (nominato con D.R. n. 3212 del 14 novembre 2007,   in G.U., Serie spec., n. 96 del 4 dicembre 2007), dal quale è risultato vincitore il dott. Giuliano Grüner.

Nella I^ sessione 2008 è stato componente della Commissione di concorso per la valutazione comparativa a posti di ruolo di Professore universitario: presso l’Università degli Studi e-Campus per posti di I^ fascia (sorteggiato dal MIUR e nominato con D.R. n. 2/10 dell’11 gennaio 2010,   in G.U., Serie spec., n. 10 del 5 febbraio 2010), nella quale sono risultati idonei i proff.ri Nicola Bassi e Giorgio Pagliari. E, nella stessa   sessione, e presso l’Università degli Studi di Teramo per posti di II^ fascia (designato dalla Facoltà e nominato con D.R. n. 17 dell’12 gennaio 2010,   in G.U., Serie spec., n. 10 del 5 febbraio 2010), nella quale sono risultati idonei i proff.ri Salvatore Cimini e Walter Giulietti.

Nella II^ sessione 2010 è stato componente e segretario della Commissione di concorso per la valutazione comparativa ad un posto di ruolo di Ricercatore Universitario indetta dall’Università degli Studi di Torino – sede Cuneo (eletto e sorteggiato dal MIUR e nominato con D.R. n.5637 del 15 settembre 2011, in G.U. Serie spec. n. 77 del 27 settembre 2011), dalla quale è risultato vincitore il dott. Emiliano Frediani.

E’ stato nominato componente nelle Commissioni di conferma a Professore ordinario dei professori G. Gardini e P. Portaluri (commissione nominata con nota Dirigenziale del Ministero Università Ricerca n. 388 del 4 febbraio 2008), dei professori A. Lolli e G. Acquarone (commissione nominata con nota Dirigenziale del Ministero Università Ricerca n. 1050 del 25 marzo 2008), dei professori M. Renna e F. Volpe (commissione nominata con nota Dirigenziale del Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca n. 597 del   13 febbraio 2009), del professor Fabio Cintioli (commissione nominata con nota Dirigenziale del Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca n. 601 dell’11 febbraio 2010).

E’ stato nominato, con D.M. del Ministro della Giustizia del 5 dicembre 2005, componente della Commissione (XI sottocommissione presso la Corte d’Appello di Roma) degli Esami per l’iscrizione all’Albo degli Avvocati indetto con D.M. 23 giugno 2005.

E’ stato nominato, con D. del Presidente del Senato (n. 10674 del 23 dicembre 2005), componente della Commissione esaminatrice del concorso pubblico a posti di Consigliere parlamentare, I^ fascia, professionalità legale (bandito con D.P.S. 10555 del 19 settembre 2005), commissione presieduta dal Pres. Sen. Dott. Lamberto Dini.

Analogamente con D. del Presidente del Senato (n. 11375 del 9 ottobre 2009), è stato chiamato a far parte anche della Commissione esaminatrice del concorso pubblico a posti di Consigliere parlamentare, I^ fascia (bandito con D.P.S. n. 11336 del 14 luglio 2009) commissione presieduta dal Pres. Sen. Avv. Renato Schifani.

Con D. del Presidente del Consiglio dei Ministri del 20 aprile 2011, è stato chiamato a far parte anche della Commissione esaminatrice del concorso pubblico a quindici posti di Referendario di Tribunale Amministrativo Regionale (indetto con D.P.C.M. 10 marzo 2009, in G. U., Serie. Spec., n. 24, del 27 marzo 2009), commissione presieduta dal Pres. Avv. Luigi Cossu.

E’ stato altresì componente di Commissioni di concorso a posti di ruolo in diverse qualifiche presso il Consiglio Supreiore della Magistratura, l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, il Ministero dell’Interno (Dipartimento di pubblica sicurezza, per posti di Commissario di Polizia), il Ministero della Difesa (Arma dei Carabinieri, per posti di Ufficiale del ruolo tecnico), il Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti, l’E.n.p.a.l.s., l’I.S.A.E, l’I.S.M.A. (Ipab).

E’ anche fra i Referee impegnati nei procedimenti di valutazione dei progetti P.R.I.N. cofinanziati dal Ministero dell’Università e Ricerca, nonché in quelli dell’Agenzia Nazionale di Valutazione della Ricerca Universitaria ANVUR.

E’ stato Presidente del Comitato Bibliotecario dell’Università degli Studi di Teramo e Componente del Comitato di Bioetica del medesimo Ateneo.

E’ stato Componente della Giuria della Sezione giuridica del Premio Scanno organizzato dalla Fondazione Tanturri e dalla Regione Abruzzo.

Con decreto del Presidente della Repubblica in data 2 giugno 2012, è stato insignito dell’onorificenza di Grande Ufficiale dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana, su proposta del Presidente del Consiglio dei Ministri (comunicato con pubblicazione in Gazz.Uff. Serie generale, n.210 dell’8 settembre 2012, Suppl. ord. n. 183).

5. Pubblicazioni.

5.1. Studi monografici.

  • La predeterminazione delle decisioni amministrative. Gradualità e trasparenza nell’esercizio del potere discrezionale, pubblicato nella Collana Problemi attuali di diritto amministrativo (diretta da V. Spagnuolo Vigorita e R. Marrama), Esi, Napoli, 1997, pagg. 1-364. Volume finanziato con il contributo del Consiglio Nazionale delle Ricerche;
  • Il ricorso di piena giurisdizione davanti al giudice amministrativo, vol. I, Profili teorici ed evoluzione storica della giurisdizione esclusiva nel contesto del diritto europeo, pubblicato nella Collana dell’Istituto di Diritto Pubblico della Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Roma «La Sapienza», Cedam, Padova, 2000, pagg. XII, 1-384;
  • Il ricorso di piena giurisdizione davanti al giudice amministrativo, vol. II, Contributo alla teoria dell’azione nella giurisdizione esclusiva, pubblicato nella Collana dell’Istituto di Diritto Pubblico della Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Roma «La Sapienza», Cedam, Padova, 2001, pagg. X, 1-652;
  • Il processo amministrativo in Argentina. Garanzie dello Stato di diritto ed emergenza economica, Quaderno della Rivista trimestrale di Diritto processuale amministrativo, Giuffré, Milano, 2002, pagg. XII, 1-192;
  • Tutela della concorrenza e pubblici poteri. Profili di diritto amministrativo nella disciplina antitrust, pubblicato nel Sistema del diritto amministrativo italiano (diretto da F.G. Scoca, F. Roversi Monaco e G. Morbidelli), Giappichelli, Torino, 2007, pagg. XXIV, 1-364.

5.2. Curatele.

  • Legislazione delle opere pubbliche e dell’edilizia. Appunti dalle lezioni, Giappichelli, Torino, 2004, pagg. X, 1-310;
  • Principio di legalità ed amministrazione di risultati, Atti del Convegno dal medesimo titolo (Palermo, febbraio 2003), a cura di A. Police e M. Immordino, Giappichelli, Torino, 2004, pagg. VIII, 1-476;
  • La pubblica amministrazione e la sua azione. Saggi critici sulla legge n.241/1990, riformata dalle leggi n. 15/2005 e 80/2005, a cura di N. Paolantonio, A. Police e A. Zito, Collana “Le nuove leggi amministrative”, Giappichelli, Torino, 2005, pagg. VIII, 1-840;
  • Ambiente, attività amministrativa e codificazione, Atti del primo colloquio di Diritto dell’Ambiente (Teramo, aprile 2005), a cura di D. De Carolis, E. Ferrari, e A. Police, Collana delle pubblicazioni dell’A.I.D.U., Giuffré, Milano, 2005, pagg. VI, 1-596;
  • Diritto urbanistico e dei lavori pubblici, a cura di A. Crosetti, A. Police e M. Spasiano, Collana “Guide al diritto amministrativo”, Giappichelli, Torino, 2007, pagg. XVII. 1-346;
  • I beni pubblici: tutela, valorizzazione e gestione, Atti del Convegno (Roma, novembre 2006), a cura di A. Police, Collana della Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Roma «Tor Vergata», Giuffré, Milano, 2008, pagg. XX, 1-732;
  • Processo amministrativo, Collana Itinera Guide giuridiche, Ipsoa, Milano, 2013, XV, 1- 571;
  • Competizione e Governance del sistema universitario, Atti del Convegno dal medesimo titolo (Roma, aprile 2013), a cura di A. Police ed E. Picozza, Giappichelli, Torino, 2013, X, 1-502.

 

5.3. Capitoli in Manuali collettanei e Trattati.

  • Capitoli su La disciplina della responsabilità amministrativa e La natura della responsabilità amministrativa, nel volume La responsabilità amministrativa ed il suo processo, a cura di F.G. Scoca, Cedam, Padova, 1997, 61 ss.;
  • Capitoli su Le “forme” della giurisdizione, La competenza del giudice amministrativo, L’estinzione del processo, tutti nel volume Giustizia amministrativa, a cura di F.G. Scoca, Giappichelli, Torino, 2003, rispettivamente 95 ss., 129 ss., 491 ss.; nella seconda edizione (2006), rispettivamente 95 ss., 119 ss., 398 ss., nella terza edizione (2009) rispettivamente 101 ss., 129 ss., 452 ss.; nella quarta edizione (2011) rispettivamente 97 ss., 129 ss., 468 ss.; ed ora nella quinta edizione (2013) rispettivamente 97 ss., 127 ss., 476 ss.
  • Capitolo su La piena giurisdizione del giudice amministrativo, nel volume Processo amministrativo e diritto comunitario, a cura di E. Picozza, Cedam, Padova, 2003, 131 e ss.;
  • Capitolo su Il rapporto di lavoro con le amministrazioni pubbliche, nel Manuale di diritto amministrativo, a cura di L. Mazzarolli, G. Pericu, A. Romano, F.A. Roversi Monaco e F.G. Scoca, vol. I, Monduzzi, Bologna, 2005, 471 ss.;
  • Capitoli su Principi e azione amministrativa, Le funzioni di regolazione tutti nel volume Diritto amministrativo, a cura di F.G. Scoca, Giappichelli, Torino, 2008 rispettivamente 191 ss., 497 ss., 575 ss., 639 ss.; nella seconda edizione (2011) rispettivamente 189 ss., 492 ss., 547 ss., 621 ss.; nella terza edizione (2014): Principi e azione amministrativa, 188 ss.; Le risorse umane, 455 ss.; I beni di proprietà pubblica, 510 ss.; Beni culturali, beni paesaggistici e tutela dell’ambiente (in collaborazione con N. Paolantonio), 681 ss.; Governo del territorio (in collaborazione con C. Cacciavillani), 691 ss.
  • Capitoli su Le funzioni e i provvedimenti, La funzione disciplinare, Le Sezioni dell’Albo professionale (in collaborazione con G. Colavitti), La disciplina transitoria, Ricorsi e reclami, in Dottori commercialisti ed esperti contabili, a cura di R. Proietti et al., Giuffré, Milano, 2009, rispettivamente 89 ss., 189 ss., 207 ss., 245 ss. e 261 ss.;
  • Capitolo su Autorità amministrative indipendenti e regolazione dei mercati, in corso di pubblicazione nel Manuale di Diritto Pubblico, a cura di F. Fracchia, Editoriale Scientifica, Napoli, 2010, 152 ss. ed ora nella seconda edizione Napoli, 2014, 153 ss.;
  • Capitoli su Principi generali dell’azione amministrativa e su Organizzazione, pubblico impiego e mezzi, nel volume La pubblica Amministrazione e il suo diritto, Monduzzi Editoriale, Milano, 2012, rispettivamente 73 ss. ed 87 ss.;
  • Capitolo su La valutazione di impatto ambientale, nel Trattato di diritto dell’ambiente, a cura di P. dell’Anno ed E. Picozza, vol. II, Cedam, Padova, 2013, 527 ss.
  • Capitoli su La giurisdizione amministrativa di legittimità, La giurisdizione esclusiva, La giurisdizione di merito, Il ricorso di primo grado (la costituzione delle parti,l’intervento) e il ricorso incidentale, La riunione la discussione e la decisione dei ricorsi, Le decisioni in forma semplificata, I mezzi di prova e l’attività istruttoria,   La tutela cautelare in primo grado, tutti in corso di pubblicazione nel volume Il processo amministrativo, a cura di P. Cirillo, volume del Trattato di diritto amministrativo, diretto da G. Santaniello, per i tipi della Cedam, Padova.

5.4. Saggi, note a sentenza e scritti minori.

  • La tutela del privato nel diritto urbanistico inglese: le garanzie del proce­dimento, in Riv. giur. Urbanistica, 1991, P.te I – Dottrina, 661 ss.;
  • La tutela del privato nel diritto urbanistico inglese: le garanzie giurisdizionali, in Riv. giur. Urbanistica, 1992, P.te I – Dottrina, 119 ss.;
  • Le mucche da latte del Baden Wüttemberg, ovvero, prime riflessioni sulle competenze regionali nell’Amministrazione comunitaria: evoluzione e prospettive, Relazione alla Conferenza del Groupe Européen d’Administration Publique – GEAP (Pisa, settembre 1992);
  • Nota redazionale alla sentenza della Corte cost. 8 giugno 1992, n.259, in Giur. it., 1993, P.te I, 1 – Giurisprudenza costituzionale, 15;
  • Nota redazionale alla sentenza della Corte cost. 17 giugno 1992, n.282, in Giur. it., 1993, P.te I, 1 – Giurisprudenza costituzionale, 528;
  • Nota redazionale alla sentenza della Corte cost. 29 gennaio 1993, n.23, in Giur. it., 1993, P.te I, 1 – Giurisprudenza costituzionale, 1844;
  • Ancora una pronuncia in tema di ineleggibilità ed incompatibilità alle cariche elettive degli enti locali, nota a Corte cost. n.280 del 1992, in Giur. it., 1994, P.te I, 1 – Giurisprudenza costituzionale, 525 ss.;
  • La Corte costituzionale ribadisce i limiti posti alla giurisdizione della Corte dei conti in materia di responsabilità amministrativa patrimoniale, in Giur. it., 1994, P.te IV – Dottrina, 277 ss.;
  • L’indennità di espropriazione al vaglio della Corte Costituzionale: pro­blemi vecchi e nuovi, nota a Corte cost., 16 giugno 1993, n.283, in Giur. it., 1995, P.te I, 1 – Giurisprudenza costituzionale, 41 ss.;
  • «Contatti» tra giurisdizioni nella Repubblica Federale Tedesca. (A commento della legge per la garanzia dell’unità della giurisprudenza delle Supreme Corti federali – 19 giugno 1968), (in collaborazione con S. Gattamelata), in Dir. proc. amm., 1995, P.te III – Rassegne, 367 ss.;
  • Il sindacato sull’eccesso di potere nella giurisprudenza della Corte di Giustizia delle Comunità Europee, in Dir. proc. amm., 1995, P.te III – Rassegne, 608 ss.;
  • L’opposizione di terzo nel processo amministrativo: la Corte costituzio­nale anticipa il legislatore, nota a Corte cost. n.177/1995, in Giur. it., P.te I, 1 – Giurisprudenza costituzionale, 1995, 512 ss.;
  • Le direttive del C.I.C.R. in una recente pronuncia della Corte costituzio­nale: osservazioni «a prima lettura», nota a Corte cost., 6 luglio 1995, n.302, in Mondo bancario, settembre-ottobre 1995, 61 ss.;
  • Nota redazionale alla sentenza della Corte cost. 30 dicembre 1994, n.456, in Giur. it., 1995, P.te I, 1 – Giurisprudenza costituzionale, 326;
  • Nota redazionale alla sentenza della Corte cost. 23 novembre 1994, n.398, in Giur. it., 1995, P.te I, 1 – Giurisprudenza costituzionale, 401;
  • Nota redazionale alla sentenza della Corte cost. 20 luglio 1994, n.314, in Giur. it., 1995, P.te I, 1 – Giurisprudenza costituzionale, 445;
  • Nota redazionale alla sentenza della Corte cost. 30 dicembre 1994, n.454, in Giur. it., 1995, P.te I, 1 – Giurisprudenza costituzionale, 467;
  • La concessione di servizi pubblici: regole di concorrenza e «privilegi» dell’Amministrazione, nota a T.A.R. Emilia Romagna, Bologna, 13 luglio 1995, n.622 e Parma, 23 gennaio 1996, n.10, in Riv. trim. Appalti, 1995, P.te II – Note a sentenza, 361 ss.;
  • Dai concessionari di opere pubbliche alle società per azioni «di diritto speciale»: problemi di giurisdizione, nota a Cons. St., Sez. VI, 20 maggio 1995, n.498, in Dir. proc. amm., 1996, P.te II – Note a sentenza, 158 ss.;
  • L’incerta natura delle «deliberazioni» interministeriali in materia di vigilanza regolamentare, in Banca e borsa, 1996, P.te II – Note a sentenza, 4 ss.;
  • Trasparenza e formazione graduale delle decisioni amministrative, in Dir. amm., 1996, P.te I – Dottrina, 229 ss.;
  • L’ambito di applicazione della legge quadro in materia di lavori pubblici e l’actio finium regundorum della Corte costituzionale, nota a Corte cost. 23 ottobre 1995, n.482, in Giur. it., 1996, P.te I, 1 – Giurisprudenza costituzionale, 398 ss.;
  • La nomina dei direttori generali delle Aziende sanitarie: discrezionalità e vincolo al «confine» tra politica e amministrazione, nota a T.A.R. Umbria n.142 del 1995, in Rass. giur. Umbra, 1996, P.te III – Diritto Pubblico, 849 ss.;
  • Prevedibilità delle scelte e certezza dell’azione amministrativa, in Dir. amm., 1996, P.te I – Dottrina, 697 ss.;
  • La risoluzione del contratto di appalto di opere pubbliche, (con F. G. Scoca), in Riv. trim. Appalti, 1997, P.te I – Dottrina, 7 ss.;
  • L’ENEL S.p.a. e gli ossimori della giurisprudenza amministrativa. A margine di una sentenza sugli appalti nel settore elettrico, (in collaborazione con F. G. Scoca), in Rass. giur. energ. elett., 1997, P.te I – Dottrina, 47 ss.;
  • Società per azioni di diritto speciale, procedure ad evidenza pubblica, ideologie dei giudici, nota a Cons. St., Sez. VI, 20 maggio 1995 n.498, (in collaborazione con S. Gattamelata), in Riv. trim. Appalti, 1997, P.te II – Note a sentenza, 116 ss.;
  • Sulla nozione di servizio pubblico locale, Comunicazione al XLI Convegno di Studi di Scienza dell’Amministrazione (Varenna, settembre 1995), ora nel volume degli Atti: Servizi pubblici locali e nuove forme di amministrazione, Giuffrè, Milano, 1997, 469 ss.;
  • I patti territoriali: un nuovo modello convenzionale per le Amministrazioni locali, Comunicazione al XLII Convegno di Studi di Scienza dell’Am­ministrazione (Tremezzo, settembre 1996), ora nel volume degli Atti: Procedimenti e accordi nell’amministrazione locale, Giuffrè, Milano, 1997, 429 ss.;
  • Il modello dei patti territoriali: il precario equilibrio tra accentramento burocratico e principio di sussidiarietà, Relazione al Seminario sui Patti territoriali organizzato dal C.N.E.L. (Roma, novembre 1997), ora nel volume I Patti territoriali e lo sviluppo locale, Collana Laboratori territoriali, Roma, 1998, 293 ss.;
  • Istruzione preventiva e processo amministrativo: riflessioni a margine di una recente pronuncia, nota a T.A.R. Toscana, Sezione I, Ord. 4 dicembre 1996 n.783, in Dir. proc. amm., 1998, P.te II – Note a sentenza, 629 ss.;
  • La nozione di servizio pubblico locale tra limiti territoriali e principio di sussidiarietà, in Quaderni del pluralismo, n.2, 1998, P.te I – Monografie, 69 ss.;
  • Le sanzioni amministrative pecuniarie in materia di informazione societaria, Commento all’Articolo 193, nel Commentario al D. L.vo n.58 del 1998, T.U. in materia di intermediazione finanziaria (a cura di G. Alpa e F. Capriglione), Cedam, Padova, 1998, vol. III, 1743 ss.;
  • Forma e realtà nelle Società per la gestione dei servizi pubblici locali, (in collaborazione con A. Niutta), in Riv. diritto commerciale, 1999, P.te I – Dottrina, 477 ss.;
  • La tutela dei consumatori nel processo amministrativo, in La disciplina dei consumatori e degli utenti, volume n. 6 dell’Osservatorio di leggi e di attualità giuridiche (selezionate da P. Rescigno), Jovene, Napoli, 2000, 199 ss., già in Riv. quad. servizi pubblici, P.te I – Dottrina, fasc. n.2/99, 27 ss.;
  • Il decreto legislativo n.80 del 1998: premesse per un ricorso di giurisdizione piena davanti al giudice amministrativo, Relazione al Convegno di Cagliari (settembre 1998), ora nel volume degli Atti: La tutela di diritto privato nel nuovo riparto di giurisdizione (a cura di N. Corbo), F. Angeli, Milano, 2000, 147 ss.;
  • Il riparto delle competenze in materia di navigazione interna. L’incerto percorso dal centralismo burocratico al federalismo amministrativo, Relazione al Convegno di Mantova (marzo 1999), ora nel volume degli Atti: L’attività di navigazione interna: rilevanza economica e profili giuridici (a cura di G. Silingardi e M. Antonini), Giuffrè, Milano, 2000, 127 ss.;
  • Interessi pubblici, interessi privati e predeterminazione delle decisioni amministrative, in Dottorato di Ricerca in Diritto Pubblico XII, XIII, XIV Ciclo (a cura di L. Vandelli e A. Lolli), Quaderno XIV del Ciclo Conferenze – Seminari della SP.I.S.A., Clueb, Bologna, 2000, 79 ss.;
  • Stato, Regioni ed enti locali nell’assunzione e gestione dei servizi sociali: prove di sussidiarietà. Riflessioni a margine della legge quadro sui servizi sociali, in Rapporto 2001 sul Servizio Sociale in Italia, Ente Italiano di Servizio Sociale EISS – Roma, 2001, 225 ss.;
  • Recensione al volume di Rosario La Barbera, La previsione degli effetti. Rilevanza giuridica del progetto di provvedimento, in Riv. trim. dir. pubbl., 2002, 225 ss.;
  • Recensione al volume di Bruno Tonoletti, L’accertamento amministrativo, in Riv. trim. dir. pubbl., 2002, 844 ss.;
  • Federalismo “asimmetrico” e dequotazione dell’eguaglianza: le fragili fondamenta della cittadinanza amministrativa, in Studi in onore di Giorgio Berti, vol. III, Jovene, Napoli, 2005, 1855 ss. e già in Dir. econ., 2002, P.te I – Dottrina, 489 ss.;
  • Intervento, nel volume I costituzionalisti e l’Europa – Riflessioni sui mutamenti costituzionali nel processo d’integrazione europea, Atti del seminario svoltosi a Roma, presso la Facoltà di Giurisprudenza della Luiss “Guido Carli”, Giuffrè, Milano, 2002, .. ss.;
  • Responsabilità della p. A. per illegittima aggiudicazione ed esigenze di “stabilità” dei contratti di opera pubblica, in Riv. amm. appalti, 2002, P.te I – Dottrina, 113 ss.;
  • L’Ufficio territoriale del governo tra sussidiarietà e poteri sostitutivi. L’istituto prefettizio nello Stato plurale, in «La Prefettura, Ufficio territoriale di governo nella nuova realtà locale», Quad. n. 10 dell’Università degli Studi di Teramo, Teramo, 2002, 17 ss.;
  • Giurisdizione piena ed evoluzione della tutela cautelare, nel volume Nuove forme di tutela delle situazioni giuridiche soggettive, Atti della Tavola rotonda in memoria di Lorenzo Migliorini (Perugia, dicembre 2001), Giappichelli, Torino, 2003, 223 ss.;
  • Pluralità di pretese, unicità di azione ed oggetto del giudizio amministrativo, in Giudice amministrativo e tutele in forma specifica (a cura di A. Zito e D. De Carolis), Atti della Tavola rotonda tenuta a Teramo il 3 maggio 2002, Giuffré, Milano, 2003, 7 ss.;
  • Inottemperanza della p. A. ai provvedimenti del giudice ordinario (in materia di pubblico impiego) ed esecuzione in forma specifica, in Dir. proc. amm., 2003, P.te III – Rassegne, 925 ss.;
  • Cavalieri inesistenti e problemi reali. Profili di diritto amministrativo nella disciplina sulla c.d. responsabilità amministrativa delle persone giuridiche, nel volume La riforma del diritto societario, Atti dei «Seminari sul nuovo diritto societario», organizzati dalla C.N.P.A.F. e dall’ Università degli Studi di Roma «La Sapienza», a cura di G. Alpa, S. Patti e M. de Tilla), Italia Oggi, Roma, 2003, 953 ss.;
  • L’illegittimità dei provvedimenti amministrativi alla luce della distinzione tra vizi c.d. formali e vizi sostanziali, in Studi in memoria di Franco Ledda, Giappichelli, Torino, 2004, 863 e ss. e già in Dir. amm., P.te I – Dottrina, 2003, 693 ss.;
  • Ruolo e responsabilità dei cittadini, delle formazioni e dei gruppi sociali nella lotta alla povertà ed alla esclusione: problemi giuridici della “shared Governance, in Uno sguardo italiano alla Conferenza IISA di Yaoundè, «Shared Governance: combatting poverty and exclusion», Atti del Convegno nazionale IISA, Bononia University Press, Bologna, 2003, 17 e ss., ora anche in Dir. Econ., 2004, P.te I – Dottrina, 539 ss.;
  • Le situazioni soggettive degli utenti del servizio sanitario, in Sanità pubblica e privata, 2003, 1173 ss.;
  • Definizione concordata delle controversie e processo contabile, nota a Corte conti, Sez. Veneto, 8 ottobre 2003, n.1051, (in collaborazione con S. Cimini), in Foro amm., C.d.S., 2003, P.te II – Note a sentenza,   3910 ss.;
  • Gli strumenti di perequazione urbanistica: magia evocativa dei nomi, legalità ed effettività, Relazione al convegno su «La pianificazione urbanistica di livello comunale e le tecniche perequative», in Riv. Giur. Edil., P.te II – Rassegne – Note – Dibattiti, 2004, 3 ss.;
  • Amministrazione di “risultati” e processo amministrativo, nel volume Principio di legalità ed amministrazione di risultati, Giappichelli, Torino, 2004, 101 ss.;
  • La c.d. invalidità formale dei provvedimenti amministrativi fra mito e realtà, in Vizi formali, procedimento e processo amministrativo, Atti del X Convegno biennale di Diritto Amministrativo dell’Associazione dei Giudici Amministrativi Tedeschi, Italiani e Francesi (a cura di V Parisio), Giuffré, Milano, 2004, 145 ss.;
  • Autorità e libertà: riflessioni marine su un conflitto antico, in Persona e amministrazione. Privato, cittadino, utente e pubbliche Amministrazioni (a cura di F. Manganaro e A. Romano Tassone), Giappichelli, Torino, 2004, 209 ss.;
  • Sussidiarietà e poteri sostitutivi: la funzione amministrativa nello Stato plurale, in Regioni ed enti locali dopo la riforma del Titolo V della Costituzione fra attuazione ed ipotesi di ulteriore revisione, (a cura di L. Chieffi e G. Clemente di S. Luca), Giappichelli, Torino, 2004, 315 ss.;
  • La giurisdizione del giudice amministrativo è piena, ma non è più esclusiva, nota a prima lettura a Corte cost. 6 luglio 2004, n. 204, in Giornale di diritto amministrativo, 2004, 974 ss.;
  • Servizi pubblici, servizi sociali e mercato: un difficile equilibrio,nota a Corte costituzionale n. 272 del 2004 (in collaborazione con W. Giulietti), in Servizi pubblici e appalti, 2004, 831 ss.;
  • La giurisdizione sulle controversie in materia urbanistica ed edilizia torna all’antico, nota a Corte costituzionale n. 281 del 2004, in Riv. Giur. Edil., I, 2004, 1557 ss., ora anche nel Supplemento al fascicolo n. 12 del Foro amm. T.A.R., 2004, 35 ss.;
  • Il risarcimento dei danni per lesione di interessi legittimi in una rilettura delle Note problematiche di Sandulli, in Aldo M. Sandulli (1915-1984). Attualità del pensiero giuridico del Maestro, Giuffré, Milano, 2004, 709 ss.;
  • Le limitazioni dell’ambito di applicazione oggettivo fissate in soglie di valore, nel Il nuovo diritto degli appalti pubblici nella direttiva unificata 18/2004 e nella legge n.65/2005 (a cura di M.A. Sandulli e R. Garofoli), Giuffré, Milano, 2005, 137 ss.;
  • Il regolamento di giurisdizione, nel Codice della giustizia amministrativa (diretto da G. Morbidelli), Giuffré, Milano, 2005, 575 ss.;
  • Il regolamento di competenza, nel Codice della giustizia amministrativa (diretto da G. Morbidelli), Giuffré, Milano, 2005, 580 ss.;
  • L’informazione amministrativa: un diritto declinato al plurale, in I nuovi diritti di cittadinanza: il diritto d’informazione (a cura di F. Manganaro e A. Romano Tassone), Giappichelli, Torino, 2005, 103 ss.;
  • Giudice del “potere” e poteri del giudice: un chiasmo complicato, in La sentenza della Corte costituzionale 6 luglio 2004, n. 2004, Atti del Convegno Riparto della giurisdizione nelle controversie in cui è parte la pubblica amministrazione (a cura di E. Follieri), Giuffré, Milano, 2006, 25 ss. e già in Rass. Forense, 2005, 297 ss.;
  • Urbanistica ed edilizia alla ricerca di un giudice, nota a Corte costituzionale nn. 204 e 281 del 2004, in Il Cons. St., I, 2005, 450 ss.;
  • La quantificazione del danno ingiusto ad opera del giudice amministrativo. Misura del risarcimento ed effettività della tutela, in Verso un’Amministrazione responsabile, Giuffré, Milano, 2005, 271 ss.;
  • L’utilizzazione senza titolo di un bene per scopi di interesse pubblico, nota a Consiglio di Stato, Ad. Plen., 29 aprile 2005, n. 2 (in collaborazione con G. Di Leo), in Giornale di diritto amministrativo, 2005, 1285 ss.;
  • Principi generali dell’ azione amministrativa, Commento all’art. 1 della legge n. 241 del 1990, in La pubblica amministrazione e la sua azione. Saggi critici sulla legge n.241/1990, riformata dalle leggi n. 15/2005 e 80/2005 (a cura di N. Paolantonio, A. Police e A. Zito), Giappichelli, Torino, 2005, 49 ss.;
  • Crisi della pianificazione generale e limiti della pianificazione contrattata in Abruzzo,nel volume n. 9 dell’A.I.D.U., Poteri regionali e urbanistica comunale (a cura di E. Ferrari, E. Sticchi Damiani e P. Portaluri), Giuffré, Milano, 2005, 263 ss.;
  • Il giudice amministrativo e l’ambiente: giurisdizione oggettiva o soggettiva?, nel volume n. 10 dell’A.I.D.U., Ambiente, attività amministrativa e codificazione, Atti del primo colloquio di Diritto dell’Ambiente – Teramo, aprile 2005 (a cura di D. De Carolis, E. Ferrari, e A. Police), Giuffré, Milano, 2005, 297 ss.;
  • L’adozione degli atti non autoritativi secondo il diritto privato, in La nuova disciplina dell’attività amministrativa dopo la riforma della legge sul procedimento (a cura di G. Clemente di S. Luca), Giappichelli, Torino, 2005, 157 ss.;
  • Le procedure di bilancio negli Stati Uniti d’America, in Le procedure di bilancio in una prospettiva comparata (a cura di M.L. Bassi), Editoriale Scientifica, Napoli, 2006, 199 ss.;
  • Riflessi processuali della disciplina generale dell’azione amministrativa, La disciplina generale dell’azione amministrativa (a cura di V. Cerulli Irelli), Jovene, Napoli, 2006, 447 ss.;
  • Giurisdizione esclusiva, nel Dizionario di diritto pubblico (diretto da S. Cassese), Giuffré, Milano, 2006, vol. III, 2754 ss.;
  • Le certificazioni antimafia: garanzia dell’ordine giuridico del mercato, in Istituzioni e dinamiche del diritto. Mercato Amministrazione Diritti (a cura di A. Vignudelli), Giappichelli, Torino, 2006, 261 ss.;
  • Commento all’art. 24 Cost. per il Commentario della Costituzione della Repubblica Italiana (a cura di Alfonso Celotto, Raffaele Bifulco e Marco Olivetti), UTET, Torino, 2006, vol. I, 501 ss.;
  • Commento all’art. 103, 1° e 2° co., Cost. per il Commentario della Costituzione della Repubblica Italiana (a cura di Alfonso Celotto, Raffaele Bifulco e Marco Olivetti), UTET, Torino, 2006, vol. III, 1987 ss.;
  • La giurisdizione amministrativa nella giurisprudenza della Corte costituzionale, in Diritto amministrativo e Corte costituzionale (a cura di G. della Cananea e M. Dugato), Esi, Napoli, 2006, 475 ss.;
  • Spigolature sulla nozione di “servizio pubblico locale”, in Dir. amm., 2007, P.te I – Dottrina, 79 ss., pubblicato anche con il titolo Sulla nozione di servizio pubblico locale, nel volume I servizi pubblici locali (a cura di S. Mangameli), Giappichelli, Torino, 2008, 65 ss.;
  • Di.co. e non Di.co. (Dichiarazioni di convivenza ed irrilevanza del Diritto comunitario), (in collaborazione con M.A. Sandulli e M. Spasiano), in www.giustamm.it, Riv. Internet dir. pubbl.,n. 3/07;
  • Ordinamento civile e differenziazione amministrativa, nel volume «Territorialità e delocalizzazione del governo locale» (a cura di M. Cammelli), Il Mulino, Bologna, 2007, 439 ss.;
  • I “nuovi” poteri dell’Autorità Garante della Concorrenza e le prospettive di tutela giurisdizionale, in I nuovi strumenti di tutela antitrust. Misure cautelari, impegni e programmi di clemenza (a cura di F. Cintioli e G. Olivieri),Giuffré, Milano, 2007, 85 ss., pubblicato anche negli Scritti in onore di Leopoldo Mazzarolli, Cedam, Padova, 2007, vol. IV, 435ss. e nel volume Recenti innovazioni in materia di sanzioni antitrust, Giappichelli, Torino, 2007, 113 ss.;
  • Il potere sostitutivo dello Stato nei confronti delle regioni: condizioni e limiti di esercizio, Comunicazione al LII Convegno di Studi di Scienza dell’Amministrazione (Varenna, settembre 2006), ora nel volume degli Atti: I controlli sulle autonomie nel nuovo quadro istituzionale, Giuffré, Milano, 2007, 653 ss.;
  • Recensione al volume di Annalisa Giusti, Contributo alla studio di un concetto ancora indeterminato. La discrezionalità tecnica della pubblica Amministrazione (E.S., Napoli, 2007), in www.giustamm.it, Riv. Internet dir. pubbl.,n. 5/07;
  • Doverosità dell’azione amministrativa, tempo e garanzie giurisdizionali,nel volume Il procedimento amministrativo (a cura di V. Cerulli Irelli), Jovene, Napoli, 2007, 135 ss. ma gia in Diritto e processo amministrativo, 2007, 359 ss. e poi nel volume Le riforme della legge 7 agosto 1990, n. 241 tra garanzia della legalità ed amministrazione di risultato, (a cura di L.R. Perfetti), Cedam, Padova, 2008, 15 ss.;
  • Inefficienza dell’ordine naturale del mercato e politicità dell’ordine giuridico, in Scritti in onore di Vincenzo Spagnuolo Vigorita, Editoriale scientifica, Napoli, 2007, vol. II, 1026 ss.;
  • La tutela giurisdizionale, in I contratti della pubblica Amministrazione (a cura di C. Franchini), volume del Trattato dei contratti (diretto da P. Rescigno ed E. Gabrielli), vol. I, Utet, Torino, 2007, 749 ss.;
  • Annullabilità e annullamento in Enciclopedia del Diritto, Annali, vol. I, Giuffré, Milano, 2007, 49 ss.;
  • Gli incarichi dirigenziali. Il rapporto di ufficio tra funzione pubblica e diritto privato, (in collaborazione con G. Grüner), nel volume degli Atti del Convegno su «La dirigenza pubblica: analisi e prospettive» (a cura di M.P. Chiti e R. Ursi), Giappichelli, Torino, 2007, 96 ss.;
  • Le soglie, nel Trattato sui contratti pubblici (a cura di M.A. Sandulli, R. Garofoli e R. De Nictolis), vol. I, I principi generali. I contratti pubblici. I soggetti, Giuffré, Milano, 2008, 169 ss.;
  • Le soglie nei settori speciali, (in collaborazione con G. Vercillo), nel Trattato sui contratti pubblici (a cura di M.A. Sandulli, R. Garofoli e R. De Nictolis), vol. V, I settori speciali, Giuffré, Milano, 2008, 3257 ss.;
  • L’occasione e gli obiettivi di una rinnovata riflessione sui beni pubblici, nel volume I beni pubblici: tutela, valorizzazione e gestione, Atti del Convegno (Roma, novembre 2006), a cura di A. Police, Giuffré, Milano, 2008, V ss.;
  • Contributo allo studio delle Dichiarazioni di inizio di attività e della loro natura giuridica, in Nuove Autonomie, 2008, 17 ss. ed anche in Istituzioni e dinamiche del diritto. I mobili confini della separazione di poteri (a cura di A. Vignudelli), Giuffré, Milano, 2009, 305 ss.;
  • Il regolamento di giurisdizione, commento aggiornato alla seconda edizione del Codice della giustizia amministrativa (diretto da G. Morbidelli), Giuffré, Milano, 2008, 696 ss.;
  •  
  • Il regolamento di competenza, commento aggiornato alla seconda edizione del Codice della giustizia amministrativa (diretto da G. Morbidelli), Giuffré, Milano, 2008, 703 ss.;
  • Prime riflessioni su semplificazione ed evidenza pubblica nei contratti della p.A., in   Nuove Autonomie, 2008, 691 ss.;
  • La razionalizzazione degli Enti previdenziali (Art.1, commi 7,8 e 9), nel volume Previdenza, mercato del lavoro, competitività (a cura di M. Magnani, A. Pandolfo e P. A. Varesi), Collana Commentari di diritto del lavoro, Giappichelli, Torino, 2008, 79 ss.;
  • Fondazioni bancarie, imprese strumentali e diritto amministrativo?, in Dir. econ., 2008, P.te Dottrina, 513 ss., ed in Aedon, n. 1/2009;
  • Governo e mercato dei diritti edificatori, nel volume dall’omonimo titolo, a cura di A, Bartolini e A. Maltoni, Collana delle pubblicazioni dell’A.I.D.U., Editoriale Scientifica, Napoli, 2009, 21 ss.;
  • Verso nuovi strumenti di Governance nelle Università?, nel volume Concorrenza e merito nelle Università (a cura di G. della Cananea e C. Franchini), Giappichelli, Torino, 2009, 101 ss.;
  • Ingiustificatezza degli atti della p. a. imprenditore ed eccesso di potere come vizio della funzione, in Massimario di Giurisprudenza del lavoro, n.8/9 – 2009, 588 ss.;
  • La liberalizzazione dei servizi di handling aeroportuale a dieci anni dal d. lgs. n. 18 del 1999, in www.giustamm.it, Riv. Internet dir. pubbl.,n. 7/09;
  • Gli incarichi dirigenziali, le dispute di Pomponazzi e le garanzie del diritto pubblico, in Dir. econ., 2009, P.te I – Dottrina, 529 ss.;
  • La responsabilità politica e la responsabilità giuridica nel prisma del procedimento amministrativo, in www.apertacontrada.it, Riflessioni su società, diritto, economia (maggio 2009) e nel volume Procedura, procedimento e processo, atti del Convegno (Urbino, giugno 2007), Cedam, Padova, 2010, 193 ss.;
  • Servizi pubblici, impresa pubblica e mercato: il difficile equilibrio in tempi di crisi, agli Atti della IV edizione delle Giornate Italo-Argentine di Diritto Amministrativo (Villa Mondragone, ottobre 2009), in Annuario 2009 dell’Associazione Italiana dei professori di Diritto Amministrativo, Editoriale Scientifica, Napoli, 2010, 579 ss.;
  • Riflessioni in tema di deontologia e giustizia amministrativa, in Dir. proc. amm., 2010, P.te I – Dottrina, 23 ss.
  • Azione revocatoria e surrogatoria (legge n. 266 del 23.12.2005, art. 1, comma 174) e sequestro conservativo, in L’esercizio dell’azione di responsabilità amministrativa, Atti del Convegno di assisi (maggio 2010) a cura di A. Chiappiniello, Assisi, 2010, 210 ss., nonché in Giust.amm, n. 6/2010;
  •  Liberalizzazione e concorrenza per i servizi di handling aeroportuale in Riv. Dir. Nav., 2010, 255 ss.;
  • Il potere discrezionale dell’Autorità garante della concorrenza e del mercato, nel volume Studi celebrativi del ventennale dell’ Autorità garante della concorrenza e del mercato, a cura di C. Rabitti Bedogni e P. Barucci, Giappichelli, Torino, 2010, tomo I, 369 ss.;
  • Le fonti, (in collaborazione con G. Grüner), in I contratti di appalto pubblico (a cura di C. Franchini), volume del Trattato dei contratti (diretto da P. Rescigno ed E. Gabrielli), Utet, Torino, 2010, 109 ss.;
  • Le impugnazioni, nel commento a cura di L. Torchia, Il nuovo Codice del processo amministrativo, in Giornale di diritto amministrativo, 2010, 1169 ss.;
  • Il federalismo demaniale: valorizzazione nei territori o dismissioni locali? in Giornale di diritto amministrativo, 2010, 1233 ss. e anticipato, con il titolo Il c.d. federalismo demaniale: la devoluzione del patrimonio statale visto come misura di “semplificazione”, in www.apertacontrada.it, Riflessioni su società, diritto, economia,novembre 2010;
  • Il dovere di concludere il procedimento e il silenzio inadempimento, commento all’art. 2 della legge 7 agosto 1990, n. 241, in Codice dell’azione amministrativa (a cura di M.A. Sandulli), Giuffré, Milano, 2010, 226 ss.;
  • Commento agli artt. 4 e 5 del Codice dei contratti pubblici, in Codice dell’appalto pubblico, a cura di S. Baccarini, G. Chinè e R. Proietti, Giuffré, Milano, 2011, 62 ss.;
  • Commento agli artt. 13, 14, 15, 16 e 135, norme sulla competenza dei giudici amministrativi, in Il processo amministrativo, a cura di A. Quaranta e V. Lopilato, Giuffré, Milano, 2011, rispettivamente 167 ss., 174 ss., 180 ss., 189 ss., 1098 ss.;
  • I mezzi di conservazione della garanzia patrimoniale nel processo contabile, (in collaborazione con S. Cimini), in Dir. proc. amm., 2011, P.te I – Dottrina, 551 ss.
  • Riflessioni sui tortuosi itinerari della semplificazione nell’amministrazione della complessità, nel volume degli atti Il “taglialeggi” nel Dicastero Difesa. Il Codice ed il Testo Unico dell’Ordinamento militare, Roma, 2011, 56 ss. e poi aggiornato e rivisto , in www.apertacontrada.it, Riflessioni su società, diritto, economia,febbraio 2013;
  • L’informazione dei cittadini, in Annuario di diritto dell’energia 2011. Il diritto dell’energia nucleare (a cura di G. Napolitano e A. Zoppini), Il Mulino, Bologna, 2011, 175 ss.;
  • Le fondazioni di partecipazione, in La collaborazione pubblico-privato e l’ordinamento amministrativo.Dinamiche e modelli di partenariato alla luce delle recenti riforme (a cura di F. Mastragostino), Giappichelli, Torino, 2011, 393 ss.;
  • Il pareggio di bilancio in Costituzione, 10 agosto 2011, in www.ilsussidiario.net;
  • La giurisdizione “propria” del Consiglio di Stato dagli allegati D ed E della legge 20 marzo 1865, n. 2248 al C.p.a., nel volume collettaneo Il Consiglio di Stato: 180 anni di storia, Zanichelli, Torino, 2011, 77 ss;
  • Perequazione urbanistica, ovvero della insostenibile leggerezza di una pianificazione equa, in Riv. amm. Appalti, 2011, 5 ss.;
  • Il principio di responsabilità nei rapporti tra Cittadini e pubbliche Amministrazioni, in Lezioni, a cura di G. Palma, Edizioni Scientifiche Italiane, Napoli, 2011, 487 ss. e nel volume Studi sui principi del diritto amministrativo, a cura di Renna e Saitta, Milano, Giuffré, 2012, 195 ss. e nel volume che raccoglie gli atti del Convegno di Fano (maggio 2008), Il procedimento e le responsabilità, Cedam, Padova, 2013, 25 ss.;
  • Attualità e prospettive della giurisdizioni di merito del giudice amministrativo, in Studi in onore di Alberto Romano, vol. II, Editoriale Scientifica, Napoli, 2011, 1437 ss.;
  • Il programma di adempimenti ed il piano decennale di sviluppo della rete: prime riflessioni su competenze e procedimento,   in Annuario di diritto dell’energia 2012. Il regime giuridico delle infrastrutture di energia(a cura di G. Napolitano e A. Zoppini), Il Mulino, Bologna, 2012, 91 ss.;
  • Il sistema delle fonti nel Codice dei contratti pubblici, (in collaborazione con G. Grüner), in Gli appalti pubblici : profili sostanziali e processuali (a cura di F.G. Scoca), E.S., Napoli, 2012, 11 ss.;
  • Danno da cattiva gestione di società a capitale pubblico e ruolo della Corte dei conti, agli atti del Convegno Corretto utilizzo delle risorse pubbliche: idoneità dei mezzi di tutela e loro potenziamento, Corte dei Conti, procura regionale per l’Umbria, Bastia Umbra , 2012, 257 ss. ed in Il nuovo diritto amministrativo, 2/2012, 177 ss.;
  • Demanio pubblico, commento all’art. 822, (in collaborazione con A. L. Tarasco), nel volume del Commentario del Codice civile (diretto da E. Gabrielli), Della Proprietà (a cura di A. Jannarelli e F. Macario), Utet, Torino, 2012, 97 ss.;
  • Principio di eguaglianza ed interessi meritevoli di “maggior tutela” nel processo amministrativo, nel volume colletaneo Il «meritevole di tutela»: scenari istituzionali e nuove vie di diritto, a cura di G. De Giorgi et al., E.s.i., Napoli, 2012, 271 ss.;
  • Regolazione ex ante, Public Enforcement ed ordine del mercato in “tempi difficili”, nel volume Mercati e Banche nella crisi: regole di concorrenza e aiuti di Stato, a cura di G. Colombini e M. Passalacqua, Editoriale Scientifica, Napoli, 2012, 27 ss.;
  • L’attività amministrativa tra legalità e responsabilità, in Scritti in memoria di Roberto Marrama, Editoriale Scientifica, Napoli, 2012, vol. II, 823 ss.;
  •      Editoriale, in Munus. Rivista giuridica dei servizi pubblici, n.3/2012, III ss.;
  • Tutela in forma specifica e per equivalente. Commento all’art. 245 quinquies (in collaborazione con S. Cimini), nel Commentario al Codice dei contratti pubblici (a cura di L. Perfetti), Ipsoa, Milano, 2013, 2541 ss.;
  • Il conflitto in tema di giurisdizione sulle sanzioni della CONSOB ed i limiti della Corte costituzionale come giudice del riparto, nota a Corte cost., 27 giugno 2012, n. 162 (in collaborazione con A. Daidone), in Giur. It., 2013, Parte Diritto Amministrativo, 684 ss.;
  • Sindacato di merito e sostituzione della pubblica amministrazione, in Sindacato giurisdizionale e “sostituzione” della pubblica Amministrazione, atti del Convegno di Copanello luglio 2011, a cura di F. Manganaro et al., Giuffré, Milano, 2013, 53 ss.;
  • Quale legittimità per la nuova Governance universitaria?, in Finanziamento, competizione ed accountability nel governo dell’Università, vol. I, La mutation de la Governance des Universités en France et en Italie, a cura di M. D’Orsogna et al., Editoriale Scientifica, Napoli, 2013, 49 ss.;
  • Italy, (in collaborazione con U. Penco Salvi), in Global Renewable Energy Guide, Çakmak Publishing, 2013, 100 ss.;
  • L’inevitabile temperamento del principio della domanda nei giudizi sull’esercizio del potere pubblico: Italia e Spagna a confronto, in Annuario 2012 dell’Associazione Italiana dei Professori di Diritto Amministrativo, Editoriale Scientifica, Napoli, 2013, 225 ss.;
  • Urbanistica solidale ed esigenze di mercato: alla ricerca della città ideale, nel volume a cura di P. Urbani, Le nuove frontiere del diritto urbanistico,Giappichelli, Torino, 2013, 31 ss.;
  • Le fondazioni universitarie tra mito e realtà,in corso di pubblicazione in Finanziamento, competizione ed accountability nel governo dell’Università, vol. II, a cura di G. Colombini, Editoriale Scientifica, Napoli, 2013, 67 ss.;
  • Infrastrutture, Crisi economica e ruolo del Project Financing e di Project Bonds, in corso di pubblicazione nel volume Crisis económica y crisis del estrado de bienstar. El papel del Derecho Administrativo, atti del XIX Congresso Italo Spagnolo dei professori di Diritto amministrativo, a cura di J.L. Piñar Mañas, Editorial Reus, Madrid, 2013, 223 ss., ed in Munus, 2013, 221 ss.;
  • Le garanzie istituzionali dell’indipendenza dei giudici amministrativi in un confronto tra diversi modelli di autogoverno, in corso di pubblicazione nel volume degli Scritti in onore del prof. Paolo Stella Richter, Editoriale Scientifica, Napoli, 2013, vol. I, 361 ss.;
  • Valorizzazione e gestione dei beni pubblici delle regioni e degli enti locali nel quadro del federalismo demaniale, in Dir. e proc. amm., 2013, 826 ss. ed anche nel Quaderno monografico della S.P.I.S.A. a cura di M. Dugato, in corso di pubblicazione per i tipi della Bononia University Press;
  • La giurisdizione della Corte dei conti: evoluzione e limiti di una giurisdizione di diritto oggettivo, in corso di pubblicazione nel volume Le linee evolutive della responsabilità amministrativa e del suo processo (a cura di F.G. Scoca et al.), Editoriale Scientifica, Napoli, 2014, 25 ss.;
  • Distribuzione del gas e protezione degli utenti: il ruolo dell’Autorità per l’Energia Elettrica ed il Gas, nell’Annuario di diritto dell’energia 2013. Quali regole per il mercato del gas? (a cura di G. Napolitano e A. Zoppini), Il Mulino, Bologna, 2014, 217 ss.;
  • Concorsi di progettazione (commento agli artt. 235, 236 e 237 del Codice dei contratti pubblici), in collaborazione con L. de Gregoriis, in corso di pubblicazione nel Codice dei contratti pubblici, a cura di G.F. Ferrari e G. Morbidelli, per i tipi dell’editore Giuffré;
  • I servizi pubblici di trasporto pubblico locale, in corso di pubblicazione nel volume degli atti delle VI Giornate Italo-Argentine di Diritto Amministrativo, a cura di M. Spasiano, per i tipi dell’Editoriale Scientifica di Napoli;
  • Il libro e la spada: l’Autorità antitrust e il leone di San Marco, in www.apertacontrada.it, Riflessioni su società, diritto, economia (maggio 2014) e poi nel volume Le sanzioni antitrust tra diritto amministrativo e diritto penale (a cura di L. Di Via), Editoriale Scientifica, Napoli, 2014;

 

 

IMPEGNO DOTTORATO

Conferenze e lezioni magistrali

16.2.2012, ore 17, Prof. A. Police (Università di Roma “Tor Vergata), Una nuova tappa verso la liberalizzazione dei servizi pubblici locali – Tor Vergata – Sala delle lauree

9.1.2012, ore 15, A. Police, Le garanzie istituzionali dell’indipendenza dei giudici amministrativi in un confronto tra i diversi modelli di autogoverno – Tor Vergata – Sala delle lauree

23.5.2011, ore 16,30, A. Police, Crisi della regolazione e fortune dei regolatori: per un ripensamento delle funzioni amministrative “indipendenti” – Tor Vergata – Sala lauree

17.11.2010, ore 17,30, A. Police, Il Codice del processo amministrativo e le occasioni perdute – Tor Vergata – Sala lauree

26.5.2010, ore 10,30, A. Police, Responsabilità degli amministratori di S.p.A. pubbliche. Nuovi orientamenti della Cassazione – Tor Vergata – Aula 15

18.2.2010, ore 14,00, A. Police, Le impugnazioni nel processo amministrativo, Tor Vergata – Sala lauree

2.4.2009, ore 15,00, A. Police, L’evoluzione della giurisdizione di merito – Tor Vergata – Aula 2

11.12.2008, ore 15,00, A. Police, Servizi pubblici e servizi sociali: livelli essenziali delle prestazioni ed esigenze di finanza pubblica, Tor Vergata – Aula 12

28.5.2008, ore 15,00, A. Police, Funzione amministrativa, procedimento e processo: quale margine per il “contatto” amministrativo – Tor Vergata – Aula 4

14.5.2008, ore 15,00, A. Police, Interesse legittimo, pregiudiziale amministrativa e giudizi sulla giurisdizione – Tor Vergata – Aula 4

 

Convegni e seminari organizzati, o coorganizzati (in quanto offerti ai dottorandi)

27.1.2011, ore 15,00-18,30, Convegno (org. A. Police), Le nuove prospettive della giurisdizione amministrativo contabile. – Tor Vergata – Sala lauree

3.3.2010, ore 14,30-18,15, Contratti pubblici e nuovi rimedi giurisdizionali (Org. A. Police), Sala dei Convegni DEXIA CREDIOP, Via XX settembre, 30 – Roma

20.11.2009, ore 11,30, Dibattito “Tutele antitrust e diritto amministrativo” (org. A. Police), Tor Vergata – Aula Magna

20.5.2009, ore 16,00, Discrezionalità e tecnica: problemi vecchi e nuovi (org. A. Police) – Tor Vergata – Aula Magna

17.3.2009, ore 16,30, Il rapporto amministrativo tra attività e processo (org. A. Police), – Tor Vergata – Aula Magna

13.2.2008, ore 15, Tavola rotonda sulle sentenze della Corte costituzionale sulla CEDU (A. Anzon, L. Daniele, A. D’Atena, L. Picchio Forlati, A. Police) – Tor Vergata – Sala lauree

 

 

Titolo delle tesi di dottorato seguite

Andrea Napoleone, Gli appalti di grandi opere infrastrutturali – dalla legge obiettivo (L. 443/2001) al terzo decreto correttivo del nuovo codice dei contratti pubblici (D.lgs. 163/2006 e ss.mm.ii.)

Giovanna Vigliotti, L’applicazione degli articoli 81 e 82 tce tra vecchie e nuove norme: la modernizzazione a livello comunitario e i suoi riflessi sul diritto antitrust italiano

 

 

Linee di ricerca

 

 

 

a. Politiche della concorrenza e regolazione amministrativa:

 

 

 

a.1. Il mercato dei servizi pubblici anche locali;

 

a.2. La disciplina dei contratti e delle concessioni pubbliche;

 

a.2. Liberalizzazione dei servizi universali e privatizzazione delle aziende pubbliche (soprattutto con riferimento ai trasporti).

 

 

 

b. Attualità e prospettive della giustizia amministrativa:

 

 

 

b.1. Il perimetro della giurisdizione e le linee evolutive dei criteri di riparto;

 

b.2. Il sistema delle azioni ed il rapporto fra le medesime;

 

b.3. I mezzi di impugnazione ordinaria e straordinaria.

 

Dottorandi seguiti e argomento delle relative tesi

Valerio Torano, La sanzione amministrativa come forma impropria di regolazione del mercato

Maria Buquicchio, La tutela per equivalente nel rito degli appalti

Alessandra Di Legge

Giorgio Portaluri, La gestione del demanio marittimo: tutela della concorrenza e interessi rilevanti

Sebastiano Aurilio, L’organizzazione ministeriale e la sua crisi

Antonio Gavino Falchi Delitala, La funzione di certezza pubblica affidata ai privati

Andrea Fontana, L’evoluzione giurisprudenziale e normativa in materia di acquisizione sanante

Federico Frasca, Riparto di giurisdizione e societa’ in mano pubblica

Giuliano Gambradella, L’appello nel processo amministrativo

Maria Vittoria Grazini, Il diritto dell’energia: evoluzione del sistema e liberalizzazione del mercato energetico

Roberta Ricci, Contrattualistica pubblica

Silvia Lanzaro, La disciplina dei contratti pubblici nel settore della Difesa

Michela Catricalà

D’Aquino Raimondo

Claudia Formenti